la trattoria

La trattoria "La Cantina" di Giacomo e Oriana, si trova nel centro storico di Esine, nella media Valle Camonica, all'interno di una delle dimore più antiche e importanti del paese risalente al ‘500 e già residenza dei Federici, in una viuzza accanto alla piazza da sempre posta di cavalli e fermata di taxi in carrozza.
Nel locale a conduzione familiare Oriana continua le antiche tradizioni culinarie della Valle Camonica, recuperando ricette ormai quasi dimenticate.



La Cantina è un rifugio della gola ideale per chi è alla ricerca di autentici gioielli caseari e da salumeria tassativamente camuni.

L'ambiente è tutto mattoncini e pietra: fermarsi a chiacchierare a lungo dopo la libagione è praticamente d'obbligo.
Bandiera del locale è quindi la rigorosa tipicità dei suoi piatti e la valorizzazione dei prodotti locali: ogni giorno il menù viene variato per offrire 4 primi piatti e 4 secondi piatti in sintonia con i prodotti che offre la natura nelle varie stagioni.

Le proposte in dialetto: taedei (tagliatelle fatte con farina di castagne), bigoli (pasta fresca impastata e lavorata a mano), gnòc de la cùa (gnocchi preparati con pane raffermo e spinaci selvatici o zucca), òrs (orzotto ai porcini, alle ortiche, alla salsiccia, al radicchio rosso,..), cadonşei (casoncelli), càrne şalada, şalşìha de caştrat, tripa, foiade (tagliatelle fatte a mano con farina di grano saraceno), stracott de àsna, capù; non sono che una limitata parte dei piatti che la trattoria offre ai suoi visitatori, il tutto accompagnato con salumi e formaggi della zona.
Nel periodo estivo è possibile degustare i piatti scegliendo un posto tra gli antichi involti interni o nel cortile antistante.

La trattoria è aperta il giovedì e il venerdì sera il sabato, la domenica e tutti i festivi a pranzo e a cena. Nei mesi di Agosto e Dicembre siamo chiusi solo il mercoledì.
Il prezzo medio di un pasto dall’aperitivo al digestivo, passando per antipasti, primo, secondo, formaggi, dolce e caffè si aggira intorno ai 25 euro escluso il vino.



Dopo esservi ristorati potete passeggiare per Esine e visitare la Chiesa di S. Maria Assunta, monumento nazionale. Interamente affrescata da Giovanni Pietro da Cemmo è uno deì più significativi edifici sacri del XV secolo della Valle Camonica, era considerata la "Bibbia dei poveri" in quanto gli analfabeti del tempo, guardando gli affreschi cemmeschi, conoscevano la storia della salvezza attraverso la vita di Maria.